Il Ministro “Profumo” e la riforma della scuola

IL MINISTRO “PROFUMO” E LA RIFORMA  DELLA SCUOLA

 

Il ministro Profumo, in proposito,  ha detto:”Così premieremo i migliori tra studenti e docenti”.

“Finalmente -dico io- sarà forse questo il Ministro che non ci farà sentire solo il profumo dell’attesa riforma del sistema scolastico?  Alla nostra scuola da rinnovare darà  solo una funzionale ed esteriore struttura organizzativa,  come altri hanno già tentato di fare, o indicherà anche i valori nei quali orientare  e formare le future generazioni? Speriamo bene e vorrei che il sig. Ministro ricordasse, al momento di mettere nero su bianco,  questi dieci  luoghi comuni  sullo stato della scuola in Italia che è:

-           Pubblica (per tutti) o privata (per pochi )

-          Come stalla (per i dimenticati) o come stella ( per i potenti)

-          Sempre chiusa (per chi ne ha bisogno)  o sempre aperta  (per chi  può farne  a meno)

-          Se del Sud ( sempre senza merito) o del Nord (sempre con merito)

-          Di città (con organico stabile)  o di paese ( con organico instabile)

-          Che vuole i disabili (per sopravvivere)  o che non vuole i disabili (per non essere meno bella)

-          Che non si chiude (per non far perdere voti)  o che non si apre (per non far acquisire voti)

-          Gestita come impresa ( e sempre in passivo)  o gestite dalle imprese (e sempre in attivo)

-          Gestita premiando (poco e raramente) l’alunno  meritevole ,  o gestita premiando (molto e spesso) l’alunno con portafoglio cospicuo

-          E’ ritenuta moderna e  valida quando informa e prepara al lavoro e alla vita o è ritenuta obsoleta e inutile  quando  forma  la coscienza e prepara alla vita

1 comment to Il Ministro “Profumo” e la riforma della scuola

  • I would love to get into advertising, I just fsehiind my marketing degree. I wish I had learned more about social media in school. Is that something you learn in a classroom or on your own or something?

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>