20 – Dolore senza conforto (Compiuta Donzella 1230?-1280?)

Tra “poeti” fiorisce nel Medio Evo,questa giovane “poetessa” che vorrebbe ritirarsi in un covento, ma il padre le vuole dare marito.Da ciò scaturisce quella sottointesa infelicità per la costrizione a fare altro da ciò che lei vuole. Che usanze, che modi allora!

 

A la stagion che il mondo foglia e fiora

accresce gioia a tutti i fini amanti:

vanno insieme a li giardini allora

che gli augelletti fanno dolzi canti:

  la franca gente tutta s’innamora

e di servir ciascun traggesi innanti,

ed ogni damigella in gioir dimora;

e a me n’abondan marrimenti e pianti;

   chè il mio padre m’ha messo ‘n errore

e tenemi sovente in forte doglia:

donar mi vole, a mia forza, signore.

     Ed io di ciò non ho desio né voglia

E in gran tormento vivo a tutte l’ore.

Però non mi rallegra fior né foglia.

1 comment to 20 – Dolore senza conforto (Compiuta Donzella 1230?-1280?)

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>