La filosofia e la pratica

Più o meno il titolo a questo articolo potrebbe essere anche “osservazioni a margine di un incontro sul nuovo linguaggio filosofico” tenutosi ad Otranto il 27 di questo mese e organizzato dall’associazione professionisti di pratiche filosofiche. Certamente l’incontro è stato l’occasione per far comprendere ai non addetti la necessità che la società d’oggi ha di affrontare i rapporti tra fede e ragione con una mentalità diversa, più aperta e più moderna. Papa Giovanni II (1978-2005) nella sua enciclica ” FIDES ET RATHIO” si era già rivolto ai fedeli( ma secondo il mio parere anche agli uomini tutti), in questi termini:”La fede e la ragione sono come due ali con le quali lo spirito umano s’innalza verso la contemplazione della verità”. Era stato un incitamento, quello, ad aprire, dopo la “Pascendi” di sessanta anni addietro, ogni strada al libero pensare e ad ogni nuovo comprendere, per riavviare il corso del cammino e dello sviluppo delle capacità umane. Ben venga, allora, anche qui nel nostro Sud, un convegno che sostenga il pensiero scientifico responsabile nonché lo sforzo che ogni essere vivente compie nella ricerca del vero. A fronte ai limiti che la natura impone all’uomo, questo, dalla fede e dalla ragione deve essere aiutato ad andare avanti per scoprire ciò che ancora c’è da scoprire. Se l’uomo non ha fiducia in una ragione che lo guidi e lo aiuti, viene meno anche quel richiamo religioso che spinge i credenti ad andare avanti nella ricerca di se stessi, del mondo, del vero e di Dio.

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>