UNA LEGGE NECESSARIA

Per secoli, soprattutto nel mondo occidentale, l’indissolubilità del matrimonio è stata ritenuta, sia dalle autorità civili che da quelle religiose, come necessaria e indispensabile per la corretta e tranquilla convivenza della famiglia. Da diversi anni, però, una tale istituzione è diventata sempre più il male oscuro ed inguaribile delle coppie entrate in crisi irreversibile ed [Continua…UNA LEGGE NECESSARIA]

IL CANTICO DELLE CREATURE

 

IL CANTICO DELLE CREATURE La recente pubblicazione dell’enciclica “LAUDATO SI”, del 25 maggio 2015, ha riportato al centro del dibattito culturale, politico e religioso la figura di San Francesco d’Assisi che, con lucida e precisa determinazione, il Cardinale Bergoglio scelse come punto di riferimento della sua attività di Pontefice quando il collegio cardinalizio lo [Continua…IL CANTICO DELLE CREATURE]

37 – QUANDO INNANTI AI BEGLI OCCHI – (Gaspara Stampa 1523-1544)

37) Quando innanti ai begli occhi almi e lucenti XXIX (Gaspara Stampa 1523-1554)

Ho riportato un altro sonetto dalle Rime della poetessa “veneziana” un po’perché attratto dalla chiarezza dell’esposizione e poi perché il delicato tema dell’amore, questa volta, l’ha trattato allontanandosi dalla solita spiccata sensualità e dalle pene che arreca per esprimere un sentire [Continua…37 – QUANDO INNANTI AI BEGLI OCCHI – (Gaspara Stampa 1523-1544)]

L’AMORE di Fortunato dello Russo -( Poeta barese vivente)

 

36 – L’AMORE ( Fortunato Dello Russo)

Questa lirica, dalla struttura semplice e apparentemente disordinata, è nata dalla penna e dalla disperazione di un carissimo collega preside quando, in un paese lontano dal suo, era venuto a trovarsi in una “solitudine esistenziale” senza vie d’uscita. Gli sforzi di rifarsi una vita erano finiti [Continua…L’AMORE di Fortunato dello Russo -( Poeta barese vivente)]

Due amori diversi, ma sempre amori sono!

Quell’amor che tutti piglia

NELLA MIA ANTOLOGIA, CHE SARA’ PUBBLICATA A GIORNI, HO PRESO IN ESAME LE CONSEGUENZE DI DUE DIVERSI TIPI DI AMORE AL PARI DEGLI ALTRI 32 GIA” INSERITI.

 

33 –IL SANTUARIO (G. Pascoli)

Un santuario sulla scogliera, intriso dagli aromi della salsedine e dai profumi che provengono dagli alti pini [Continua…Due amori diversi, ma sempre amori sono!]

Due salentini scrivono d’amore( R.Vantaggiato e A.Leva)

28 – Horrr vacui n°2 (Roberto Vantaggiato 1965-…)

Un altro scrittore e poeta salentino insegna lettere negli istituti secondari superiori e, da un inquieto andare in giro per il mondo, ha tratto ispirazione per scrivere le sue poesie, quasi sempre lontane da classiche leziosità ma alla ricerca delle radici della propria e altrui esistenza. La [Continua…Due salentini scrivono d’amore( R.Vantaggiato e A.Leva)]

Tanto per continuare: L’amore secondo G.Stampa e S.Toma(attenzione alle date)

26 – Io son da l’aspettar ormai sì stanca (G. Stampa 1523-1554)

Nel passato, vicino e lontano, poche sono state le donne a scrivere d’amore. L’autrice di questo sonetto ha, invece, scritto un intero canzoniere per il conte Collatino di Contaldo, che però, forse, poco sinceramente l’amava. Le rime della poetessa, hanno tutte hanno una [Continua…Tanto per continuare: L’amore secondo G.Stampa e S.Toma(attenzione alle date)]

LIBERTA’ E AMORE

Questa mattina ho ascoltato con attenzione, ma soprattutto con profonda soddisfazione personale, quanto il Papa ha detto a proposito del rapporto tra libertà ed amore. L’incontro tra amore e libertà è essenziale non solo per la pace tra le persone, ma soprattutto per la pace tra i popoli. Ciò, a mio avviso, è un problema [Continua…LIBERTA’ E AMORE]

24 – Il serpente che danza (C.Baudelaire 1821-1867)

Il linguaggio poetico di Buodelaire, come quello degli altri simbolisti francesi , in questa lirica, facente parte della collana “Spleen et ideal- XXVIII” è intriso do “corrispondenze”, cioè di immagini o cose che simbolicamente si riferiscono alla realtà con l’intenzione di chiarirla ed ai sentimenti con lo scopo di esprimerli con maggiore forz a. La [Continua…24 – Il serpente che danza (C.Baudelaire 1821-1867)]

23 – ABISSO ( Guglielmo Simona – alunna nella VA-IGEA dell’I.T.C. nell’a.s. 1999-2000)

ll pianto, che inzuppa di dolore, di tristezza e di rimpianti i cuori delle persone, non dà spazio alle meraviglie della vita, neanche a quella di una giovane che tanto ha apprendere. Per ora ha appreso che le sofferenze possono essere sconfitte dall’amore, che scaccia il buio e dà senso alla vita.Auguri alla giovane poetessa [Continua…23 – ABISSO ( Guglielmo Simona – alunna nella VA-IGEA dell’I.T.C. nell’a.s. 1999-2000)]