LA SCUOLA AL BIVIO

LA SCUOLA AL BIVIO Questi sono giorni d’esame per i nostri giovani che, alla fine delle elementari, medie o secondarie sostengono le prove finali per essere valutati su quanto hanno studiato e su ciò che hanno appreso; gli esami, in altri termini, dovrebbero accertare non solo se i giovani hanno ricevuto le informazioni adeguate ma [Continua…LA SCUOLA AL BIVIO]

L’insegamento tra forma e sostanza

L’insegnamento tra forma e sostanza Alcune sere fa ho avuto occasione di ascoltare, nel corso di un incontro “ad hoc”, delle interessanti e ben articolate proposte di insegnamento delle lingue classiche negli istituti secondari di secondo grado. Il tema era di scottante attualità per il recente inserimento nei ruoli delle scuole statali di tanti nuovi [Continua…L’insegamento tra forma e sostanza]

“LA BUONA SCUOLA” : giuste promesse o vecchi inganni?

Forse è ora di pensare a “LA BUONA SCUOLA”, che, secondo la teoria dei “cantieri della scuola del MIUR” si dovrebbe fare con i bravi docenti e bravi dirigenti. Gli esperti ora incaricati parlano di meritocrazia, di responsabilizzazione, di selezione dei Dirigenti scolastici e di tutto il personale docente! Ma la politica ed i sindacati [Continua…“LA BUONA SCUOLA” : giuste promesse o vecchi inganni?]

SCUOLA MERITOCRATICA FINALMENTE

Scuola meritocratica finalmente

Una preside in pensione, dopo aver sentito oggi le riforme del Governo per la scuola, esulta. Eppure non potrà più utilizzarle; ormai è fuori dalla “macchina scolastica”. Ma dopo circa trent’anni di frustrazioni, è ora di esplodere dalla gioia. Le frustrazioni erano dovute alle 7 piaghe bibliche della nostra scuola. E cioè:

[Continua…SCUOLA MERITOCRATICA FINALMENTE]

SBLOCCHIAMO LA SCUOLA; forse è la volta buona. Dibattito 6

Il documento, nel 3° capitolo, torna, con rinnovata vivacità, su un tema tormentato e spesso dimenticato: quello dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, speranza dei “presidi d’assalto”, come li definiva il Provveditore agli studi di Bologna, o presidi sognatori come sembravano ad altri. Sempre i Presidi hanno dovuto scontrarsi con le burocrazie che interagivano con la scuola [Continua…SBLOCCHIAMO LA SCUOLA; forse è la volta buona. Dibattito 6]

Capire e amministrare la scuola. Dibattito 5

5-Per capire e amministrare la scuola, solo due osservazioni

Le ultime pagine del 1° e tutto il 2°capitolo aprono alla speranze che già furono di altri ministri bravi e degli operatori sfortunati di quei tempi. Finalmente nel progetto entrano tante buone intenzioni di carattere procedurale e amministrativo. Noi qui sottolineiamo quella che dovrebbe essere l’anima [Continua…Capire e amministrare la scuola. Dibattito 5]

LA NUOVA SCUOLA: Dibattito 4

 

4 – FUORI E DENTRO LA CLASSE

Le indicazioni del rapporto in merito al problema sono condivisibili; solo qualche suggerimento.

1 – Le unità scolastiche dovrebbero essere dimensionate in direzione di un ampliamento per contenere, in una gestione unificata, istituti di quartiere, o di uno o più comuni, o di modesti centri [Continua…LA NUOVA SCUOLA: Dibattito 4]

LA NUOVA SCUOLA – Dibattito 3

3 – UTOPIA E CONTRADDIZIONE

Il progetto di dare all’Italia la buona scuola che serve agli italiani, nello sforzo di essere chiaro e completo in tutto, a volte non riesce a stare abbastanza lontano da contraddizioni e antiche utopie che fanno dell’Italia un paese di “stalle di scuola” e di “stelle di scuola”. Insegnare non [Continua…LA NUOVA SCUOLA – Dibattito 3]

LA NUOVA SCUOLA. Dibattito 2

– L’ASSUNZIONE DEI NUOVI DOCENTI, affinché la scuola torni ad essere al passo con i tempi

 

Lo svuotamento delle graduatorie ad esaurimento, da seguire per assumere i nuovi docenti è, ora, un atto dovuto per eliminare il “peccato originale” dei governi precedenti che non avevano bandito i concorsi per dare una risposta alle aspettative [Continua…LA NUOVA SCUOLA. Dibattito 2]

LA NUOVA SCUOLA -Dibattito 1

LA BUONA SCUOLA CHE SERVE AGLI ITALIANI

“All’Italia serve una buona scuola” avrebbe potuto essere lo slogan di apertura da mettere come titolo all’inizio di ogni impegno di partecipazione alla consultazione. La differenza non è da poco.

Da ex Dirigente scolastico, ma ancor più da docente con esperienza in ogni ordine e grado della [Continua…LA NUOVA SCUOLA -Dibattito 1]