Il richiamo del “Chiù”

Stasera il Chiù è tornato.

Dal buio della pineta chiama.

Insiste, insiste e ancora insiste.

Mi dice:-”che fai laggiù?”

puoi dare ancora di più, di più, di più!

Il suo singulto mi ha svegliato

e di continuare il viaggio consigliato.

Grazie, amico Chiù.

 

Ambiente e questione meridionale

Non comprendo d’oggi il ritornello “l’ecologico è sempre più bello

e cambiare è un vero… bordello”.

Gli ecologisti, che vogliono in eterno

avere il mondo sempre così com’è,

è come se al “mite Sud” dicessero:

- resta tale e quale per tutta l’eternità- .

[Continua…Ambiente e questione meridionale]

LE SCELTE ROMANE

Il Dio Sole, rosso per la vergogna,

dopo una giornata rovente,

stanco e affaticato,

si tuffò nel calmo mare di Ponente.

- Buona cosa hai fatto –

gli disse un vecchio pensionato

-alla nostra età non tutto si può fare.

Bisogna riposarsi e delegare -

Il Sole, come sempre prepotente,

non ascoltava l’assennata gente;

pensava [Continua…LE SCELTE ROMANE]

IL CACCIATORE

Giù dal letto vien con lena quando c’è la luna piena, preparato ad ogni evento con berretto e giacca vento. Nella borsa ha, d’ogni cosa, quel che basta, niente a iosa: le cartucce ed i cartuccioni per frullini e mestoloni, come pure lo spuntino per la pausa del mattino. Il richiamo, ch’era a fiato, dalla [Continua…IL CACCIATORE]

Mercatino paesano

Nel giorno del mercato tutti, di buon mattino, di qua, di là sen vanno con metodo a cercar tra le offerte dell’anno. Un poco di riposo, secondo il parer mio, darebbe ai borselli, più forza e meno brio. Ma il mercator cortese tra le donne più attente, che in giro ha già prese, conosce le [Continua…Mercatino paesano]

I trombettieri

Da bimbi cercato han le lumache

tra l’erba bagnata dei giardini;

da ragazi, in tristi locali,

della ragione han perso il lume

per seguire confuse dottrine

che occhiuti maestri trasmettean.

Son diventati i trombettieri

di un pensiero che loro non è.

Suonator di piffero fu detto

chi la propria libertà spendea

non per sua ma [Continua…I trombettieri]

I malanni delle coniugate

Le donne coniugate

appena compion gli anni

si scoprono d’esser piene

di acciacchi e di malanni.

A sera tiran tardi

e stanche a letto vanno;

di stare più in piedi

proprio non ce la fanno.

Il povero marito

a digiuno resterà

finchè la nuova luna

il debito salderà.

L’atteso temporale

Vieni subito, o temporale, non c’è più da aspettare. La vigna, dal rame protetta, danni certi non ne avrà e l’ulivo, già sfiorito, con gioia ed allegria la tua pioggia accoglierà. Il misero orticello, però, già dalla siccità provato, linfa vitale riceverà ed alla fatica del contadino giusta mercede assicurerà. Luglio 2011 [Continua…L’atteso temporale]

Poesia in web

Che bella occasione

ai versi affidare

pensieri e sentimenti.

Senza ritocco alcuno

ogni verso al sito trasmesso

sarà subito immesso.

Chiunque potrà commentare

discutere o valutare

purché nel rispetto assoluto

per legge alla persona dovuto.

Il blog rende possibile

esprimere la propria opinione

in un virtuale arengo

della libera discussione

che il sito sempre accoglierà

[Continua…Poesia in web]

Il risveglio del nonno

Non c’è più bel risveglio

del nipotino che sgambetta

ed il nonno sveglia

tirandogli la coperta

(Ginevra 24-10-2010)