Salento stepposo…addio

Chi vive da sempre, in un paese dell’entroterra salentino e si è assuefatto alle silenziose , continue, piccole trasformazioni che il territorio ha avuto, crede di abitare in luoghi non sfiorati, nel tempo, da nessuna forma di sviluppo industriale o economico né di progresso. Se non fosse per qualche modestissimo insediamento industriale esistente a qualche [Continua…Salento stepposo…addio]

La montagna spaccata

In un bigio pomeriggio dello scorso autunno percorrevo, dopo molti anni, il tratto della litoranea ionica che collega Gallipoli a Santa Maria di Nardò. Due località balneari da sempre frequentate, nei periodi estivi, dai Salentini che risiedevano nei retroterra assolati ed arsi. Anch’io ero stato un assiduo frequentatore di quelle marine, soprattutto nei primi trent’anni [Continua…La montagna spaccata]

L’atteso temporale

Vieni subito, o temporale, non c’è più da aspettare. La vigna, dal rame protetta, danni certi non ne avrà e l’ulivo, già sfiorito, con gioia ed allegria la tua pioggia accoglierà. Il misero orticello, però, già dalla siccità provato, linfa vitale riceverà ed alla fatica del contadino giusta mercede assicurerà. Luglio 2011 [Continua…L’atteso temporale]